Assalto alle Alpi

Assalto alle Alpi

Assalto alle Alpi. Nel nostro prossimo futuro pende una minaccia sulle Alpi, se si continuerà ad attingere a vecchi stereotipi idealizzanti che riducono la montagna a luogo salvifico di pura “bellezza”, o a parco divertimenti per il turista in fuga dalle città. Come immaginare il loro futuro prossimo? Da qualche decennio a questa parte la montagna è in continua evoluzione. Con il boom economico, i giovani alpigiani avevano creduto in una vita migliore in pianura, in fabbrica. Scendere aveva significato ripudiare l’antica «società della fatica» andando incontro al posto garantito. Cosí sulle Alpi, con la progressiva assenza umana, ha trionfato un inesorabile processo di rinaturalizzazione. Intere vallate, interi villaggi sono stati abbandonati. Si registra il raddoppio di superficie boscata dal dopoguerra, sono ritornati i grandi carnivori e, in massa, gli animali selvatici. E oggi? Il pericolo reale è che tutto rimanga come adesso, che si continui a immaginare lo stesso sviluppo turistico con nuovi impianti di sci, dimentichi del riscaldamento climatico. Che si continui a cementificare, costruire impianti di risalita, progettare grandi opere inutili e grandi eventi consumatori di suolo.

Marco Albino Ferrari è una delle voci più autorevoli della cultura di montagna. Attualmente è direttore editoriale e responsabile del settore Cultura del Club alpino italiano. Negli anni Novanta ha diretto la rivista «Alp». Nel 2002 ha ideato «Meridiani Montagne», che ha diretto per anni. Ha collaborato con «La Stampa» e altre testate. Come autore ha esordito nel 1996 con Frêney 1961, più volte ripubblicato (oggi da Ponte alle Grazie). Mia sconosciuta è il suo ultimo libro (Premio Itas, Ponte alle Grazie 2020). Ha curato mostre, allestimenti museali e collane di libri. Gira l’Italia con alcuni monologhi teatrali. Con Einaudi ha pubblicato In viaggio sulle Alpi (2009) e curato l’antologia Racconti di pareti e scalatori (2011).

Gratuito

Inizio: 11:15
Posti disponibili:
Indirizzo: Villa Giulia a Pallanza
Data: 23/09/2023