LE MOSTRE
DEL FESTIVAL 2020

Atacama: Afterlife
di Luca Fontana

CENTRO EVENTI "IL MAGGIORE"

 

Nel 2017 Luca Fontana ha intrapreso una solitaria esplorazione del Deserto di Atacama, un altopiano esteso per oltre 1.600 km quadrati, tra Perù meridionale, Bolivia occidentale e Cile settentrionale, e uno dei luoghi più aridi e inospitali di tutta la Terra. Il paesaggio è un susseguirsi di alti vulcani (alcuni oltre i 6.000 m) ed enormi distese, dove non si incontra nulla per ore e ore. Le immagini della mostra “Atacama – Afterlife” presentano le aspre geometrie di questo deserto vulcanico e i suoi colori incredibilmente saturi, una combinazione unica di rosso e giallo, in contrasto con il blu del cielo, particolarmente terso per l’altitudine e l’assenza di foschia. La mostra – costituita da fotografie di grandi dimensioni – è stata allestita nel settembre 2019, è stata già presentata in diverse location, tra le quali l’Istituto Italiano di Fotografia di Milano nell’ottobre 2019.

luca-fontana atacama 2.jpg

Architetture ordinarie
Progetti tra due fuochi: quotidiano e contesto

dello  Studio ES Arch di Enrico Scaramellini

in collaborazione con l’Ordine degli Architetti – Novara e VCO

CENTRO EVENTI "IL MAGGIORE"

 

Lo Studio ES Arch (enricoscaramelliniarchitetto) ha la sua sede principale a Madesimo, in provincia di Sondrio. Questa collocazione in una località alpina, nella Valle Spluga a 1.500 metri di quota, costituisce uno specifico elemento territoriale, culturale e architettonico, che ha portato ad affinare una propria sensibilità per gli aspetti paesaggistici e una naturale attenzione per ambiti di confronto fragili e delicati. Il progetto architettonico si deve confrontare con la morfologia, il clima, la quota e l’habitat della montagna costringendo ad affrontare situazioni dinamiche, contraddittorie, stratificate e spesso estreme (logistica, terreno, temperature, intemperie, pendii…).
La mostra fotografica presenta alcune delle realizzazioni dello Studio ES Arch, dando modo di comprendere quali siano state le scelte fatte per integrare gli edifici nel loro contesto e per utilizzare i materiali più appropriati, in una logica di sostenibilità, con particolare attenzione al legno, impiegato come elemento sia strutturale che decorativo, in grado di conferire bellezza e “calore” agli spazi esterni ed interni.

Scaramellini 1.jpg

Il fuoco dell’Etna
di Roberto Bianchetti

CENTRO EVENTI "IL MAGGIORE"

 

La mostra presenta alcune delle fotografie che Roberto Bianchetti ha realizzato nel corso delle sue diverse escursioni sull’Etna a partire dal 2014. Il vulcano più alto d’Europa mostra il suo aspetto nelle diverse stagioni, ma è d’inverno che in modo particolare la sua cima innevata acquista un fascino insolito, con il bianco della neve e del ghiaccio, il nero della cenere e, sullo sfondo, il blu intenso del mare. Il fuoco della lava e dei lapilli aggiunge colore e “calore” a immagini di grande effetto di una montagna molto speciale, carica di interesse naturalistico e scientifico ma anche di memorie storiche e leggendarie che rimandano al passato, ai miti antichi e alla “sublime” ammirazione dell’uomo per la grandezza e la potenza della natura.

0002-©_F_R_Bianchetti-_RBB2460-p.jpg

© 2020 Made with ❤️ by Associazione Culturale LetterAltura aps. Realizzato con wix.com.  Per info: segreteria@letteraltura.it  

Sede associazione: via Fratelli Cervi, 14, 28921, Verbania Intra (VB) - pec: letteraltura@pec.it - C.F. e P.IVA 02052260037

  • Grey Facebook Icon
  • Grey Twitter Icon
  • Grey Instagram Icona
  • Grey Facebook Icon
  • Grey Twitter Icon
  • Grey Instagram Icon